“A casa in buona compagnia”, il progetto diventa realtà: 30 milioni di euro nel triennio 2020/2022

Il presidente della Regione Toscana ha incontrato i Segretari delle organizzazioni sindacali dei pensionati toscani per informarli che il Consiglio regionale in sede di approvazione della Legge di bilancio ha approvato il finanziamento del progetto “A casa in buona compagnia” con 30 milioni di euro nel triennio 2020/2022. Il progetto sperimentale di tele assistenza interesserà 50mila toscani affetti da cardiopatie. L’infografica in allegato riassume e illustra l’oggetto e il contenuto.

SPI CGIL Toscana
FNP CISL Toscana
UILP UIL Toscana

“Siamo molto soddisfatti per aver sottoscritto l’accordo che garantirà dignità e diritto alla salute alle persone anziane grazie alla teleassistenza – ha detto Mario Catalini, Segretario Generale UIL Pensionati della Toscana – ‘A casa in buona compagnia’ è un progetto andato in porto grazie al lavoro fondamentale dei sindacati, ma anche della sensibilità dimostrata da parte del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che non possiamo non ringraziare. A settembre ci attiveremo come categoria per rendere operativo un accordo che consideriamo un tassello fondamentale per ridare speranza a 50mila Toscana over 75 affetti da cardiopatie che necessitano di cure e assistenza”

Firenze, 6 agosto 2020

Questo sito utilizza solo cookie tecnici ma potrebbe utilizzare anche cookie di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi